Caso di studio medico
Immagine
Caso medico

Gli alberi poligonali compositi migliorano la sicurezza nelle procedure di ablazione al plasma

Gli alberi non metallici forniscono la rigidità e la forza necessarie senza condurre elettricità.

Polygon ha progettato alberi compositi personalizzati per un'azienda leader nel settore dei dispositivi medici energetici avanzati che produce dispositivi di ablazione mediati dal plasma.

La sfida

Il cliente è un innovatore leader nella progettazione e produzione di dispositivi medici energetici avanzati. L'azienda fornisce soluzioni energetiche uniche per la chirurgia estetica e le applicazioni della tecnologia medica. In particolare, hanno sviluppato una tecnologia di ablazione mediata dal plasma che è altamente focalizzata e quindi causa un trasferimento di calore trascurabile o danni ai tessuti circostanti, migliorando i risultati dei pazienti e le esperienze dei medici. Avevano bisogno di un albero per il prodotto che fosse flessibile e avesse un'elevata rigidità dielettrica. E poiché l'albero viene utilizzato in uno strumento elettrochirurgico, tutti i materiali dovevano essere biocompatibili. Sebbene l'acciaio inossidabile abbia alcune delle caratteristiche necessarie, come la rigidità e la facilità di montaggio, non era adatto a questa applicazione a causa della rigidità dielettrica richiesta.

La soluzione di Polygon

Sebbene alcune tecnologie di ablazione mediata dal plasma si basino su alberi in acciaio inossidabile, la conduttività elettrica di quel materiale può effettivamente rappresentare un rischio per i pazienti e gli operatori sanitari. Il cliente si è rivolto a Polygon per un albero composito che soddisfacesse comunque le specifiche di rigidità e resistenza, ma migliorasse la sicurezza grazie all'uso di materiali biocompatibili non conduttivi. Polygon è stata in grado di personalizzare la struttura composita e la lavorazione dell'albero in modo preciso alle esigenze del cliente, garantendo così un prodotto finale di qualità superiore.

risultati

"Con gli alberi in composito in posizione, non ci sono effetti negativi sulla pelle del paziente o sulla porta di incisione e la tecnologia elettrochirurgica è in grado di mantenere l'equilibrio necessario tra flessibilità e rigidità". ha detto un ingegnere esperto presso l'azienda cliente. “Inoltre, i tubi sono in grado di tollerare la sterilizzazione con ossido di etilene e accettano anche l'inchiostro per il nostro logo e le linee stampate che indicano la profondità della sonda. Abbiamo avuto un buon successo lavorando con il team di progettazione e ingegneria di Polygon, che è disposto ad affrontare le sfide man mano che si presentano e collaborare al confezionamento e al miglioramento dei processi. Sono il tipo di fornitore con cui ci piace lavorare. "

Hai bisogno di una soluzione personalizzata?

Contattaci per iniziare a collaborare

Contattaci